giovedì 9 maggio 2013

Con le idee e il coraggio di Peppino noi continuiamo




9 maggio 1978 - 9 maggio 2013 ricordando Peppino Impastato.








Non cedo alla morte di un mondo che cadde sulla tua vita
spezzandone il sogno.
Il silenzio per sempre tace, il sussurro non torna,
il tuo volto non increspa il ricordo
di una libera strada colorata di gente.
Eppure ci sei, col tuo sorriso,
davanti a una morte che non t'appartiene.
Dilaniarti, triste modo per restare con noi,,
come fiore assetato di rugiada.

Ninello Passalacqua




Amicu di la storia mia
Fruttu di terra e di mari,
amicu di la storia mia,
ogni ghiornu chi vulava
e vulannu 'un ti sintia,
ora ti trovu cca comu n'acidduzzu squagghiatu,
tu eri la fauci chi mitia
e tu eri puru l'aratru.
Nun chianci più,
ma gridi ancora,
nun parri cchiù,
ma riri ancora.
Pisanti su li nostri iorna,
vacanti sunnu li pinseri e sabttinu nall'aria,
si fannu cchiù pisanti.
La sira è sulu di li cani,
cu l'occhi mancianu i cristiani, vulari io vurria,
scappari luntanu di cca.


Filippo Grillo









2 commenti:

  1. Bellissimo post, grazie.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te, Francesca, per essere sempre fedele a questo blog :)

    RispondiElimina